La differenza tra provare paura e essere codardi

18 aprile 2019

12 aprile 2019

Blog de Il Fatto

Commento al post “Strage via D’Amelio Fiammetta Borsellino: “Csm non ha fatto nulla. I topi stanno mangiando i faldoni sulle stragi”

@ Giuseppe Aino. Bisogna distinguere tra paura, reazione fisiologica che ci blocca, e codardia, scelta di vita fondamentale che fa diventare complici attivi. I poteri forti fanno paura a chiunque sano di mente si metta sulla loro strada; ma chi si tiene la divisa, la toga dello Stato, le camere con vista dall’alto di colli romani e li aiuta nelle loro attività predatorie e nell’eliminazione delle figure scomode non ha solo paura; è anche un codardo privo di rispetto per sé stesso.

§  §  §

Vedi anche:

Compleanno del 2019. Pratica e ideologia dello stalking di Stato. In: I rituali zozzonici della banda Mattarella

Calipari: virtù militari e diritto

 

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: